The Bubble Barrier

Pulire i fiumi dall’inquinamento da plastica con una barriera a bolle d’aria

L’inquinamento da plastica è uno dei grandi problemi ambientali del nostro tempo. Il nostro desiderio è: catturare la plastica prima cha arrivi al mare, monitorare la quantità di plastica presente nei nostri fiumi per promuovere nuove politiche, creare consapevolezza e coscienza dei gravi danni che questo materiale genera.

La tecnica “Bubble Barrier” consiste nel pompare aria in un tubo perforato adagiato in diagonale sul fondo del corso d’acqua. Le bolle creano una corrente ascendente che porta la plastica verso la superficie e da qui viene incanalata in un sistema di raccolta apposito. E’ in grado di intercettare rifiuti plastici in profondità, anche di piccole dimensioni, tra 1 e 20 mm.

La barriera è composta da tre elementi principali: il tubo a bolle, il compressore, il contenitore di raccolta. Il tubo a bolle è realizzato in plastica PVC. Le bolle vengono create immettendo aria con un compressore elettrico. Ove è possibile si cerca di alimentare la barriera con energia rinnovabile.

Vantaggi del sistema

E’ in grado di intercettare plastiche in profondità e di piccole dimensioni tra 1 e 20 mm – Non ostacola il traffico fluviale – Non ostacola la migrazione dei pesci – Aumenta l’ossigeno disciolto nell’acqua a beneficio dell’ecosistema acquatico – E’ attivo 24 ore su 24 senza necessità di operatori per il suo funzionamento – Il controllo del sistema può essere effettuato da remoto.

https://thegreatbubblebarrier.com/

Giornata mondiale delle api

Sabato 22 maggio ore 16:00

Giardini di via VIII marzo – Travacò Siccomario

Le api sono dei bio-indicatori, vere e proprie sentinelle ambientali, in grado di fornire informazioni sul livello di contaminazione da pesticidi e da altre sostanze dannose per l’ambiente. Per questo da anni viene monitorato il loro stato di salute. Le api non producono solo il miele ma sono degli importanti impollinatori, senza di loro sarebbe a rischio la maggioranza delle produzioni agricole e di conseguenza la maggioranza del nostro cibo. Utilizzo di pesticidi, produzioni agricole monocolturali, variazioni climatiche che interferiscono con il periodo della fioritura, sono i maggiori pericoli che incombono sulle api. Gli apicoltori svolgono un ruolo di fondamentale importanza per la conservazione di questi meravigliosi impollinatori. Incentivare metodi di coltivazione che aboliscano l’uso di pesticidi e rispettino la natura e le api che sono garanzia di un ambiente sano e di sicurezza alimentare. E’ questa la grande sfida che dobbiamo affrontare e sostenere per il futuro del pianeta.

Alberi del ricordo

V.T.D.F ha voluto ricordare le persone, vicine all’associazione, che sono decedute nel 2020 piantando, per ciascuna di esse, un alberello al parco della Rotta. Ringraziamo Andrea Giongo, la Carpenteria Boiocchi e l’Amministrazione Comunale che hanno contribuito a rendere possibile l’iniziativa.

Raccolta della plastica a Travacò

Vivere tra due fiumi aderisce all’iniziativa di Plastic free e Sacco Libera Tutti per la prima giornata nazionale di raccolta della plastica dispersa nell’ambiente. L’evento, per quanto ci riguarda, sarà alla Grande Foresta di Travacò, domenica 18 Aprile. Il punto d’incontro sarà ai Boschi (piazza Massacra) alle ore 9.30. Chiunque voglia partecipare dovrebbe iscriversi all’evento, al seguente link: https://www.plasticfreeonlus.it/…/18-apr-travaco…/

M’illumino di meno

L’associazione aderisce all’iniziativa “M’illumino di meno” e invita tutti a spegnere le luci venerdì 26 marzo 2021 dalle 19.00 alle 20.00. Un’azione simbolica per un’evoluzione ecologica del nostro modo di vivere. Sono ben accetti commenti, foto e video che raccontino il vostro “salto di specie”, anche piccole azione che rappresentino un modo più sostenibile di abitare il nostro pianeta.